Quantcast

Allevamento Labrador Retriever, riconosciuto da ENCI e FCI 

Facebook Twitter Gplus YouTube E-mail RSS
formats

La displasia del gomito e dell’anca nel Labrador Retriever

L’allevatore e l’acquirente di fronte alle patologie ereditarie caratteristiche del Labrador Retriever

I – La displasia del gomito e dell’anca

Come si sa, la natura è imprevedibile e un cucciolo non può essere come un pezzo di acciaio che esce da una macchina a controllo numerico: come del resto anche tra gli umani, nonostante tutti gli sforzi possibili e immaginabili, può nascere qualche cucciolo affetto da patologie ereditarie e/o congenite.

È chiaro che se queste malattie si manifestano entro i due mesi di vita, sarà l’allevatore coscienzioso a farsene carico. Il problema sorge quando queste patologie si manifestano oltre i due mesi di vita o dopo anni, e chi ha acquistato il cucciolo si trova da solo davanti a una sgradita sorpresa.

Presenteremo, in diversi post, un prospetto sintetico:

a) delle principali malattie ereditarie caratteristiche del Labrador Retriever…

b) …della prevenzione che un allevatore onesto è tenuto a compiere…

c) …e che un acquirente è tenuto a richiedere assolutamente.

Anche se non prendete il cucciolo da noi, esigete dall’allevatore quanto vi indicheremo; per risparmiare qualche euro, non favorite un tipo di allevamento disonesto e crudele.

Nella stesura di questo articolo, ci rifacciamo alle pagine salute e genetica tratte dal sito dell’ottimo allevamento Questing. Si tratta di pagine eccezionali, dal punto di vista divulgativo.

Malattie dell’apparato scheletrico 

Le principali malattie ereditarie dell’apparato scheletrico, tipiche della razza labrador, sono:

1) Displasia dell’anca (HD): una patologia nella quale la testa e il collo del femore con l’acetabolo risultano, singolarmente o nel complesso, più o meno deformati (per saperne di più…).

2) Displasia del gomito (ED): colpisce l’articolazione del gomito ed indica uno sviluppo anomalo dell’articolazione del gomito che porta ai fenomeni artritici, artrosici ed al distacco di frammenti ossei (per saperne di più…).

3) Tratteremo, in fondo all’articolo, dell’osteocondrite dissecante della spalla (OCD), di cui si comincia in questi anni a compiere una seria prevenzione.

Sintomi: il cane zoppicherà e avrà forti dolori, crescenti nella vecchiaia.

Prevenzione: radiografie ufficiali dei genitori entro il primo anno di età, e togliere dalla riproduzione i soggetto non adatti.

Cosa esigere dall’allevatore presso il quale acquistate il cucciolo: che vi faccia vedere i risultati ufficiali di queste lastre, che devono essere registrati sul pedigree.

displasia anca gomito - segnalazione sul pedigree

Ecco dove nel pedigree è indicata la lettura ufficiale delle rx

Sono ammessi alla riproduzione soggetti che, nel peggiore dei casi, hanno displasia di grado I al gomito (dal meglio al peggio, abbiamo 4 quadri diagnostici: 0 – I – II – III); che hanno, al peggio, una displasia di grado C all’anca (dal meglio al peggio, abbiamo 5 possibilità: A – B – C – D – E).

Naturalmente è sconsigliabile accoppiare due soggetti di grado C o di grado I.

Nel nostro allevamento, se uno dei riproduttori è di grado I, l’altro deve essere 0. Per quanto riguarda l’anca, il massimo grado tollerato è B, con l’altro riproduttore A.

N.B. questi ultimi gradi tollerati di displasia sono assolutamente asintomatici, e il cane sta benissimo

Perché non si utilizzano solo riproduttori A e 0?

Perché un cane non è solo anche e gomiti; nella scelta dei riproduttori bisogna tenere conto anche della conformità allo standard, del carattere, e di tanti altri fattori. Facendo riprodurre solo i cani A e 0, si perderebbero linee di sangue preziosissime e non si debellerebbe in ogni moto la displasia, che è una patologia congenita della razza e non dipende solo da fattori ereditari.

Tutti i labrador del mondo discendono da pochi soggetti inglesi rimasti vivi dopo la II guerra mondiale, e quindi ripulire completamente la razza richiederà ancora decenni di attenta selezione.

È possibile avere la certezza che il cucciolo che acquistiamo sarà esente da displasia dell’anca?

No: la displasia dell’anca è una patologia con andamento recessivo, ciò conferma il fatto che non è sempre vero quando si dice che una coppia di cani non displasici potrà generare soltanto i cuccioli sani, e viceversa. Nessuno, neppure l’allevatore, può sapere se un cucciolo sia affetto o esente dalla displasia dell’anca. Tante sono le “pubblicità” che promettono “cuccioli esenti dalla displasia dell’anca”. In realtà l’allevatore può solo garantire l’assenza della displasia dei genitori del cucciolo, il quale però potrà lo stesso ereditare la malattia dai suoi nonni o, andando più indietro, dalle precedenti generazioni.

In ogni caso, gli allevatori più seri forniranno garanzie scritte, per cui, se non è possibile garantire al 100% un cane non displasico, verrà rimborsato – in parte o in toto, a seconda della gravità – il denaro speso per acquistare il cucciolo.

Attenzione ai trucchi degli allevatori disonesti o superficiali. Vi consigliamo di non acquistare cuccioli da chi vi porta questo tipo di argomentazioni:

Domanda dell’acquirente all’allevatore: perché sul pedigree dei genitori manca la certificazione del grado di displasia dell’anca e del gomito?

R. Ma il cane cammina benissimo e ha sempre dato cuccioli sani…

oppure

Ecco qui le lastre dei genitori; non le ho ufficializzate, ma può vedere che sono pulitissime.

Attenzione! Gatta ci cova: gli allevatori onesti ufficializzano sempre il referto radiografico dei loro riproduttori.

L’osteocondrite dissecante della spalla (OCD)

Un’altra patologia di cui in alcuni stati europei (Austria, Germania, Svizzera) si è cominciato a fare prevenzione è l’osteocondrite dissecante della spalla (per saperne di più…): un’alterazione dell’osteogenesi (ossificazione) encondrale della cartilagine in fase di crescita che ritarda la sua trasformazione in osso maturo rimanendo ispessita ed indebolita. La cartilagine ispessita degenera ed è più esposta ai traumi che possono determinarne fissure.

Home La salute del Labrador Prevenzione La displasia del gomito e dell’anca nel Labrador Retriever