Quantcast

Allevamento Labrador Retriever, riconosciuto da ENCI e FCI 

Facebook Twitter Gplus YouTube E-mail RSS
formats

Il mio labrador ha i geni alleli!

Stiamo sempre cercando di porre le basi per capire i vari fenomeni, legati all’ereditarietà, che riguardano i nostri labrador (colore del mantello, malattie ereditarie etc). In questo post cercheremo di mettere a fuoco i seguenti concetti: locus, geni alleli, gene dominante o recessivo.

 

1. Che cosa si intende con il termine locus

 

Abbiamo visto che i cromosomi sono costituiti dai geni, come una catena è costituita da anelli.

Per spiegare, in modo divulgativo, che cosa è un locus, che cos’è un gene dominante o recessivo, che cosa sono due geni alleli, ci è utile paragonare i due cromosomi della stessa coppia (cromosomi omologhi) a due grattacieli paralleli e l’uno vicino all’altro, in cui ogni piano è occupato da un inquilino, e ogni inquilino è deputato a un compito particolare.

È facile intuire che il grattacielo è il cromosoma, gli inquilini sono i geni, il compito di ciascun inquilino-gene è la produzione di una determinata proteina, il piano è il locus, cioè la ben determinata posizione che un gene occupa nel cromosoma.

locus cromosomi omologhi

Il locus di due geni in due cromosomi omologhi si può paragonare a due appartamenti di due grattacieli vicini;
Mario e Giovanni sono diversi, ma fanno lo stesso lavoro; così i geni “E” ed “e”, benché diversi, hanno la stessa funzione. Naturalmente, nello stesso locus, potremmo trovare anche due geni identici: ad es. “E” ed “E”. In questo caso è come se Giovanni e Mario fossero due fratelli gemelli identici. I geni, siano essi uguali o diversi, che occupano lo stesso locus di due cromosomi omologhi sono detti geni alleli

 

2. Che cosa si intende con il termine geni alleli

 

Ed ora, volendo usare ancora la metafora precedente, dobbiamo immaginare che gli inquilini di uno stesso piano dei due grattacieli vicini facciano lo stesso lavoro: fuori dall’immagine, ciò significa che i cromosomi omologhi non solo hanno la stessa forma, ma i geni che occupano  lo stesso locus nel cromosoma determinano lo stesso carattere dell’individuo (es. colore del mantello).

In altre parole, gli inquilini (geni) di un determinato piano (locus), benché possano essere diversi, se abitano a un certo piano, fanno necessariamente lo stesso lavoro, cioè sono finalizzati a determinare la stessa caratteristica dell’individuo.

I geni che occupano lo stesso locus in una coppia di cromosomi, sono detti geni alleli.

 

3. Che cosa si intende con il termine gene dominante  gene recessivo

 

Per spiegare questo concetto, conviene fare subito un esempio pratico: perché alcuni labrador sono neri e altri chocolate?

Nella coppia cromosomica 11 c’è il locus chiamato B, occupato dal gene deputato a produrre quelle proteine necessarie per determinare il colore nero o chocolate del mantello (in termini scientifici questo gene si chiama TYRP1-gene = Tyrosine related protein 1 gene, e la sua localizzazione è stata scoperta da Schmutz e altri nel 2002).

cromosoma 11 del cane

Cromosomi del cane (in questo caso, un cane maschio). Il locus B, che ospita i geni deputati a produrre la pigmentazione nera o chocolate del mantello, si trova nella coppia cromosomica 11.

Questo gene ha due principale varianti, chiamate B e b; b a sua volta può essere bs, bc e bd: perché diciamo che gli inquilini del piano, anche se diversi, fanno sempre lo stesso lavoro? Perché i geni alleli del locus “B”, cioè i geni B e b (= inquilini dello stesso piano dei due cromosomi omologhi) sono entrambi finalizzati sempre e solo a determinare la caratteristica o nero o chocolate del labrador.

alleli omozigoti

Il locus B del cromosoma 11 può essere occupato dal gene “B” o dal gene “b”

Se il piano-locus B della coppia cromosomica 11 sarà occupato da due geni BB, il nostro labrador sarà nero; se invece lo stesso locus sarà occupato dalla coppia bb, avremo un labrador chocolate (vedremo, in un altro post, tutti i passaggi, dal gene al colore)

E adesso consideriamo il caso in cui un locus sia occupato da geni diversi. Se il locus B della coppia cromosomica 11 è occupato in un cromosoma dal gene B e nell’altro del gene b, come sarà il nostro labrador? Non sarà né nero chiaro, né marron scuro, perché in questo caso un gene della coppia prevale completamente sull’altro, e, per questo si dice gene dominante; il gene perdente si chiama recessivo. Nel nostro caso il gene B (che determina il colore nero), è dominante; il gene b, che determina il chocolate, è recessivo): quindi se il nostro labrador ha il locus B del cromsoma 11 occupato da un gene B e da un gene b, sarà nero.

genotipo labrador nero portatore chocolate

Se il locus B del cromosoma 11 è occupato dal gene “B” e dal suo allelo “b”, il nostro labrador sarà nero.

Ma il nostro labrador Bb sarà un nero portatore di chocolate; cioè, se si accoppierà con un chocolate o con un altro nero o giallo portatore di chocolate, si potrebbe ricombinare un genotipo bb, e quindi alcuni loro cuccioli potrebbero essere chocolate.

E così abbiamo chiarito un altro concetto fondamentale della genetica: gene dominante e gene recessivo.

Quando un individuo ha una coppia di geni alleli identici (es. BBbb) si dice, relativamente a quel gene, omozigote; quando invece gli alleli sono diversi (es. Bb), il soggetto si dice, sempre relativamente a quel gene, eterozigote.

Con questo post abbiamo concluso la parte introduttiva della genetica del labrador, ovvero un’esposizione divulgativa di quelle nozioni di biologia e di genetica, necessarie per capire  la genesi di alcuni caratteri morfologici del labrador, di alcune malattie tipiche ereditarie e del modo di prevenirle.

Nei prossimi post esamineremo tutte le fasi di alcuni processi, dal gene al carattere finale, per quanto la scienza veterinaria ha scoperto fino ad oggi.

Home La salute del Labrador Genetica del Labrador Il mio labrador ha i geni alleli!