Quantcast

Allevamento Labrador Retriever, riconosciuto da ENCI e FCI 

Facebook Twitter Gplus YouTube E-mail RSS
formats

Il cucciolo di Labrador e gli altri cani

Il vostro cucciolo e gli altri cani

Per un cucciolo di labrador arrivare in una casa dove sono già presenti altri cani crea dei vantaggi e degli svantaggi. Da una parte si troverà prima a suo agio, perché gli sembrerà di essere in una “cucciolata”, d’altra parte deve imparare subito il suo posto nella gerarchia con i problemi che si possono creare. Non tutti i cani adulti accettano facilmente un cucciolo in casa, soprattutto un cucciolo pieno di entusiasmo che si arrampica sopra di lui, che si attacca alla sua coda e che tocca i suoi giocattoli. Il risultato puo essere una reazione aggressiva dei cane adulto e nei casi peggiori lo puo ferire. La colpa in questo caso non è dei cane ma bensi dei padrone, infatti non ha realizzato che il cane più anziano ha bisogno di un po di tempo per abituarsi “all’intruso”. Il primo incontro tra i due cani dovrebbe non essere fatto in casa o nel giardino, ma in un terreno neutrale. Io stessa non lascio mai il cucciolo con gli altri cani durante i primi giorni; lui puo circolare liberamente per casa o in giardino, ma quando rientrano gli altri cani il cucciolo va nella gabbia. In questo modo i cani più anziani possono fare conoscenza dei loro nuovo compagno dei branco attraverso la rete, tutto cio accade in modo non traumatico e il cucciolo capisce qual’è il suo poste nel gruppo. Se dopo alcuni giorni gli altri cani si sono abituati al nuovo compagno allora faccio uscire il cucciolo in modo che possa fare conoscenza con gli altri cani. Comincio con il maschio e poi con la femmina di più basse rango e via via fino a presentarlo alla femmina capobranco. Di solito i maschi sono sempre molto gentili con i cuccioli, dopo si può far conoscere una femmina un po’ più aggressiva in modo che impari che dopo il ringhio segue un morso. Solo se il cucciolo reagisce bene nei confronti di questa femmina sottomettendosi o ritirandosi, lo porto a contatto con la femmina di più alto rango; se lei ringhia il cucciolo sa che fa sul serio e mostrerà subito un corretto comportamento di sottomissione.

cuccioli labrador chocolate guardano l'allevatore

Cuccioli labrador chocolate a 50 giorni

Se i nuovi proprietari non posseggono altri cani, bisogna comunque far socializzare il cucciolo, sempre prestando attenzione a come si comportano gli altri cani con il cucciolo, normalmente i cani adulti si comportano in modo socialmente corretto con i più giovani. Se il cucciolo reagisce bene e loro non si stancano dei suo comportamento pieno di euforia, si puo passare ad una fase successiva. In questo momento è molto importante il vostro comportamento, continuate la vostra passeggiata e se passate accanto ad un altro cane, fate finta di niente, e parlate con il vostro cucciolo con tono allegro se lui si mostra un po’ timido, e se per venire da voi è costretto a passare davanti al cane sconosciuto. Impara così a sottomettersi al cane più anziano finché questo cane non permetterà la cucciolo di continuare la sua passeggiata. Il cucciolo si guarderà in giro per cercarvi, in questo momento dare il comando “al piede”.

Dovete essere sicuri che il vostro cucciolo voglia arrivare da voi il più presto possibile, non date mai il comando “al piede” mentre il cucciolo sta giocando con l’altro perché non verrà comunque. Sicuramente sente il vostro “al piede” ma è troppo preso con il gioco; in questo modo il cucciolo impara a disobbedire, impara che può tranquillamente ignorare i vostri comandi. Non volendo punire il cane in questa fase iniziale dei rapporto è meglio che diate il comando “al piede” quando siete sieuri che il cucciolo verrà, questo è possibile se scegliete il momento giusto per dare il comando, se non siete sicuri che il cucciolo risponde al comando non datelo, avvicinatevi al cucciolo, mettetegli il guinzaglio, camminate verso un’altra direzione per poi liberarlo di nuovo più avanti. Per avere un comportamento socialmente buono con gli altri cani da adulto il cucciolo deve imparare in questo periodo il linguaggio dei cani.

© Tineke Antonisse-Zijda