Quantcast

Allevamento Labrador Retriever, riconosciuto da ENCI e FCI 

Facebook Twitter Gplus YouTube E-mail RSS
formats

Insegnare a un cucciolo labrador i comandi “seduto” e “vieni”

Seduto

Potete insegnare a un cucciolo di labrador il seduto in vari modi. Durante la condotta al guinzaglio date il comando seduto mentre con la mano spingete sulla sua parte posteriore dei sedere; appena il cucciolo si è seduto togliete la mana e premiatelo con bravo.

Potete usare un altro metodo mentre date da mangiare al cucciolo [se non avete intenzione di fare esposizioni]. Lui riconosce la sua ciotola e reagisce con entusiasmo, voi vi metterete accovacciati davanti a lui e muoverete la ciotola sopra la sua testa verso il dietro, il cucciolo cercherà di seguire tale spostamento e facendo questo abbasserà le zampe posteriori e si metterà seduto, date in quell’istante il comando “Seduto”. Quando il cane è seduto dategli la sua ciotola mentre dite bravo.

[NB. Se volete addestrare il vostro cane per qualche esposizione, non associate mai il seduto alla somministrazione di cibo; altrimenti quando sul ring mostrerete il cibo per destare l’attenzione del cane, questi tenderà a sedersi: cosa che in expo non deve accadere mai].

cucciolo labrador marrone

Già a due mesi è possibile insegnare il seduto a un cucciolo di labrador

Vieni

Il segnale per il vieni è il più importante di tutti i comandi. Se una cane arriva subito quando viene chiamato potete permettervi di dargli molta libertà mentre nel frattempo, per esempio, di nascosto in casa preparate la sua ciotola di cibo.

Andate fuori e chiamatelo per nome con un vieni qui facendo rumore con la ciotola; all’inizio dategli subito da mangiare  e così, appena arriva, verrà premiato immediatamente per la sua veloce risposta, solo se tutto va perfettamente potete perfezionare con il “Seduto” davanti alla ciotola oppure con un resta davanti alla stessa.

Possiamo insegnare il vieni dando il comando da una distanza di alcuni metri, mentre contemporaneamente correte nella direzione opposta; il cucciolo, molto curioso, correrà subito dietro al padrone. Ora vi fermerete e lo accoglierete premiandolo con un biscotto e con un bravo, dopodiché il cucciolo potrà di nuovo andare a giocare in libertà.

È importante che il cucciolo non interpreti il vieni come la fine della sua libertà. Ad esempio un cucciolo gira tranquillamente e gioca con altri cani, quando decidete di richiamarlo, gli metterete subito il guinzaglio per rientrare a casa; dopo alcune volte il cucciolo non tornerà tanto volentieri perché assocerà il vieni con un’esperienza negativa.

È meglio, quando il cucciolo gira liberamente, richiamarlo ogni tanto, premiarlo e ridargli subito la libertà. In questo modo la volta che volete mettergli in guinzaglio per condurlo a casa non assocerà più che il comando vieni necessariamente vuol dire mettere il guinzaglio e tornare a casa; il cucciolo si ricorderà bene che quando viene chiamato spesse volte si può poi tornare a giocare.

© Tineke Antonisse-Zijda – I testi tra parentesi quadra sono a cura dei redattori del sito.

Home Cuccioli di Labrador Educazione e addestramento dei cuccioli di Labrador Insegnare a un cucciolo labrador i comandi “seduto” e “vieni”